Marino: Il Centro Sinistra andrà alla Regione sulla situazione Divino Amore

Written by Redazione   
martedì, 17 luglio 2007
puntoacapoMARINO: DOPO L'INIZIATIVA DELLA SINISTRA MARINESE SULLA SITUAZIONE DEL DIVINO AMORE, MERCOLEDI' 18 LUGLIO IL CENTROSINISTRA MARINESE ANDRA' ALLA REGIONE

Sul progetto del Divino Amore è calato un lungo e preoccupante silenzio. Questo è l'allarme lanciato dai partiti della sinistra marinese (SD, Verdi, PRC, PDCI e SDI) alla vigilia di un incontro con gli amministratori regionali organizzato proprio per fare il punto della situazione e per capire se e quando il Consiglio Regionale si pronuncerà sul destino dell'area.

All'incontro, che si è tenuto sabato 14 luglio alle ore 9,30 presso Piazza Sciotti, a Santa Maria delle Mole (Marino), sono intervenuti: Alessandra Tibaldi, Assessore Regionale al lavoro (PRC) e Filiberto Zaratti, Assessore Regionale all'Ambiente (Verdi), Anna Limiti (PRC), Maurizio Aversa (PdCI), Barbara Giannoli (Sd), Fabrizio Leandri (Verdi), Quirino Trinca (Sdi) e altri esponenti del centrosinistra marinese, tra cui Sandro Caracci (Ds), Renato Arioli (Legambiente), il Comitato Divino Amore e molti cittadini.

La questione viene ‘rimpallata' tra Comune e Regione ormai da mesi, ma intanto dei dati preoccupanti emergono: il sindaco Palozzi, a sostegno del progetto edificatorio presentato dalla GEIE, ha fatto approvare in Consiglio Comunale l'annullamento dei vincoli Paesistici esistenti sul Divino Amore, incurante anche del fatto che la stessa Giunta Marrazzo avesse approvato, il 20 settembre scorso, il progetto di ampliamento del Parco Regionale dell'Appia Antica inserendovi la zona marinese del Divino Amore.

Ancora: il 2 maggio, la Giunta Regionale del Lazio approva una "memoria di Giunta" dove viene ribadita la volontà di procedere all'approvazione in Consiglio, dell'allargamento del perimetro del Parco dell'Appia Antica, ma neanche una settimana dopo, il Consiglio Comunale, per permettere la realizzazione di ciò che era stato impedito dalla Giustizia, annulla la "sospensione delle previsioni edificatorie" sul Divino Amore che impediva ogni modifica urbanistica sul tale area.

 

This e-mail address is being protected from spam bots, you need JavaScript enabled to view it

Scrivi un commento